Tuttitalia BLOG
Home » BLOG » Post

Elezioni Amministrative maggio 2011

Codice di Avviamento Postale
Il 15 e 16 maggio si terranno le elezioni Elezioni Amministrative 2011. Per le amministrazioni provinciali e per i comuni con più di 15.000 abitanti, dove non si raggiunga la maggioranza assoluta dei voti validi, sarà necessario un turno di ballottaggio, previsto per 29 e 30 maggio.

Saranno interessati al rinnovo degli organi elettivi oltre 1.300 comuni e 11 province, mentre l'appuntamento con il rinnovo della presidenza della regione Molise è previsto per l'autunno 2011.

Nel Trentino-Alto Adige non ci sono elezioni amministrative, mentre in Valle d'Aosta si vota nel solo comune di Ayas.

Nella Regione Siciliana le elezioni amministrative si terranno il 30 e 31 maggio, con turno di ballottaggio il 12 e 13 giugno.

In Lombardia si eleggerà il primo sindaco del nuovo comune di Gravedona ed Uniti, nato dalla fusione tra i Comuni di Consiglio di Rumo, Germasino e Gravedona.

Una importante novità introdotta con le prossime consultazioni elettorali è la riduzione di circa il 20% del numero dei consiglieri e degli assessori, comunali e provinciali. La regione Friuli-Venezia Giulia adotterà delle normative regionali per le variazioni al numero massimo degli assessori nominabili.

Su Tuttitalia.it puoi trovare l'elenco completo dei comuni al voto e delle province interessate al rinnovo degli organi istituzionali. Sono, inoltre, disponibili le tabelle con le variazioni del numero dei Consiglieri e degli Assessori ed i riferimenti alle nuove normative.

Etichette: , ,

Commenti:

Anonymous Anonimo | 2 maggio 2011 10:28  
sono residente in sardegna, è possibile usufruire degli sconti in nave per votare il 15 maggio 2011?
Anonymous Roberto | 2 maggio 2011 11:55  
Ho trovato questa circolare:

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti - Direzione Generale per il trasporto marittimo interno, ha diramato alle società di navigazione concessionarie appartenenti al Gruppo Tirrenia (Tirrenia, Caremar, Siremar, Toremar e Saremar) le direttive per l’applicazione, nell’ambito del territorio nazionale, delle consuete agevolazioni a favore degli elettori residenti in Italia e di quelli provenienti dall’estero che dovranno raggiungere il comune nelle cui liste elettorali sono iscritti, per poter esercitare il diritto di voto.
In particolare:
- a tali elettori verrà applicata di norma la tariffa con riduzione del 60% sulla “tariffa ordinaria”;
- nel caso in cui gli elettori abbiano diritto alla tariffa in qualità di residenti, le biglietterie autorizzate applicheranno sempre la “tariffa residenti” ad eccezione dei casi in cui la “tariffa elettori” risulti più vantaggiosa di quella residenti.
L’agevolazione, che si applica in prima e seconda classe (poltrone, cabine, passaggio ponte), ha un periodo complessivo di validità di venti giorni e viene accordata dietro presentazione della documentazione elettorale e di un documento di riconoscimento. Nel viaggio di ritorno dovrà essere esibita la tessera elettorale, recante il timbro dell’ufficio elettorale di sezione.
Anonymous Anonimo | 5 maggio 2011 22:27  
sono studentessa fuori sede. .ci sono sconti sui trasporti (treni / autobus) per le elezioni del 15 maggio ?
Anonymous Anonimo | 6 maggio 2011 10:53  
ho visto la circolare del ministero, se vado in sardegna a votare è normale che sia residente, altrimenti cosa vado a fare?
Anonymous Anonimo | 14 maggio 2011 22:15  
@Anonimo sardo: Non è detto. Io, per esempio, sono residente all'estero ed iscritto all'AIRE, ma resto iscritto per legge nelle liste elettorali dell'ultimo comune di residenza in Italia. Ho quindi diritto a votare in un comune nel quale non sono (più) residente, e per i trasporti si applica solo la tariffa "elettore" e non la tariffa "residente".

Posta un commento

<< Home page

© 2016 Gwind srl · Note Legali · Contatti